Crocetta resiste all'assalto del proconsole di Renzi

Rosario Crocetta dice no alle primarie in Sicilia proposte dal sottosegretario Davide Faraone.

Crocetta

Crocetta

globalist 4 maggio 2017

"Questa proposta la fa Faraone che è solo un capocorrente e ha perso pure le primarie nazionali di domenica scorsa..." Con questa stoccata all'uomo di Renzi in Sicilia, il presidente della Regione Siciliana risponde alla proposta fatta, appunto, da Faraone, di tenete in estate una consultazione per scegliere il candidato del PD all'elezione per il nuovo presidente della Regione. E Crocetta ha voluto ricordare che in Sicilia i renziani non hanno proprio gioire del risultato delle primarie per il segretario di partito. Rosario Crocetta dice no alle primarie. "Proposta irricevibile", afferma Rosario Crocetta in un'intervista a Repubblica, commentando proprio la proposta rilanciata ieri dal sottosegretario Davide Faraone. L'idea è di fare svolgere le consultazioni ai gazebo a luglio. "Io parlo solo con i vertici ufficiali del mio partito, e con gli alleati - dice Crocetta - devono essere loro ad esprimersi sull’operato del mio governo. Io credo, anche alla luce della Finanziaria che abbiamo appena approvato all’Ars, di avere salvato la Sicilia. Qualcuno, per favore, mi dica il contrario. Chiunque non la pensi così, e mette in discussione il presidente, può anche ritirarsi dalla giunta...".



A fronte di questo pronunciamento di Crocetta, il segretario PD dell'Isola Raciti, preferisce frena:" Meglio aspettare che si insedi il nuovo segretario, Matteo Renzi. Credo che questo problema vada discusso anche con lui..". Insomma, Crocetta non ha alcuna intenzione di lasciare la strada libera all'idea del sottosegretario Faraone di cogliere il massimo dal rapporto che lo lega, fin dagli albori, a Matteo Renzi. Se si riesce a liberare il campo da Crocetta - sembra dire da tempo . quella presidenza è mia. Ma anche alla ,luce del risultato delle recenti primarie, che ha detto che l'area dem attorno a Crocetta è viva e vegeta, l'attuale presidente della Regione non ha proprio intenzione di farsi da parte. Patata bollente per Renzi segretario.